Mercoledì, 20 Agosto, 2014
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • light background
  • grey background
  • dark background
Home
Scuola Giovanni Pascoli
Storia - Notizie

 Edificio Scolastico Giovanni Pascoli
 Nel gennaio 1959 l’edificio iniziò a funzionare  come nuova sede di scuola elementare.

 Note storiche sulla scuola elementare “Giovanni Pascoli” di Grumo Nevano

 

Nell’immediato dopoguerra, era già ben presente nella mente degli amministratori grumesi la necessità di dotare il Comune di un nuovo edificio scolastico da destinare a sede di scuola elementare. Infatti, già con deliberazione n. 138 del 10 settembre 1949 il Consiglio comunale approvava il progetto redatto a tal fine dall’Ing. Isidoro Caso, che prevedeva una spesa di 90 milioni di lire, determinando di provvedere alla copertura della spesa beneficiando dei contributi di cui alla legge 3 agosto 1949, n. 589, contenente «Provvedimenti per agevolare l'esecuzione di opere pubbliche di interesse degli Enti locali» e con l’assunzione di un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti.

Solo nel 1955 il Ministero della Pubblica Istruzione comunicava al Comune la concessione di un contributo annuo costante per 35 anni del 6% sulla spesa di 61 milioni di lire per la costruzione di un edificio scolastico di venti aule ed accessori.

A seguito di tale comunicazione, l’Ing. Caso, interessato con note del 20 e 22 giugno 1955 dal Sindaco dell’epoca, Cav. Salvatore Aversano, attenendosi alle disposizioni ministeriali, in data 6 febbraio 1956 presentava un nuovo progetto che prevedeva la costruzione dell’edificio scolastico elementare nell’area già prescelta in viale XXIV Maggio, composto di due fabbricati indipendenti e simmetrici, collegati da un porticato per l’accesso alla palestra con accessori ed al refettorio con cucina ed accessori. Nell’angolo sinistro dell’area era previsto l’alloggio del custode con accesso indipendente dalla strada e con annesso locale per la guardiania. Ogni fabbricato dell’edificio scolastico doveva contenere due piani con complessive dieci aule, due sale, scala, ingresso e vestiboli, con annessi servizi igienico-sanitari. L’esposizione di 16 aule era prevista a mezzogiorno, mentre soltanto due aule dovevano essere esposte a levante e due a ponente.

Con deliberazione n. 20 del 4 aprile 1956 il Consiglio comunale approvò tale nuovo progetto.

In data 9 novembre 1956, con decreto n. 43294/II NA, il Provveditorato alle Opere Pubbliche di Napoli approvò a sua volta il progetto dell’Ing. Caso, nell’importo di spesa di lire 61 milioni.

All’inizio dell’anno 1957 il Comune, a seguito di regolare gara d’appalto, affidava i lavori di costruzione della scuola alla ditta Gennaro Di Sarno da Mariglianella, che sottoscriveva il relativo contratto n. 2830 in data 31 agosto 1957.

Già in data 29 giugno 1957, Sindaco Michelangelo Chiacchio, si era provveduto alla cerimonia della posa della prima pietra dell’edificio scolastico. Con la partecipazione del Vescovo di Aversa, che celebrò una messa all’aperto, benedicendo l’opera iniziata, con l’imbandieramento del paese con 350 bandierine, con una fiaccolata per le vie del paese e l’esibizione della locale compagnia musicale in un concerto bandistico, fu celebrato questo evento a Grumo Nevano.

Nel gennaio 1959 l’edificio iniziò a funzionare come nuova sede di scuola elementare.

Infine il Consiglio comunale, con deliberazione n. 44 del 26 giugno 1961 approvò l’intitolazione del nuovo edificio scolastico a Giovanni Pascoli.

 

Chi è online

 31 visitatori online